Che cos'è l'impatto climatico zero al 100%?

Essendo produttori di specialità congelate a base di patate facciamo affidamento su terreni fertili, acqua limpida e aria pulita. Perciò ci sembra del tutto naturale impegnarci per fronteggiare i mutamenti climatici e sostenere la tutela dell'ambiente.

 

Vogliamo fare qualcosa di concreto e perciò abbiamo deciso di realizzare il nostro ciclo produttivo a impatto climatico zero al 100%, dal campo di patate fino allo scaffale dei prodotti congelati.

 

Essere un'azienda a impatto climatico zero significa che la nostra azienda cerca di prevenire o di ridurre le emissioni di CO2 prodotte dalla nostra attività.

 

Per le emissioni che non riusciamo a evitare o ridurre ricorriamo alla compensazione tramite certificati di emissione. Acquistando facoltativamente questi certificati promuoviamo progetti a sostegno delle energie rinnovabili, dell'efficienza energetica e di molte altre misure volte al risparmio di CO2.

Evitare
1

Evitare

Fedeli al motto "prevenire è meglio che curare" cerchiamo di evitare emissioni di CO2 prima ancora di produrle. Così, per esempio, recuperiamo le bucce delle patate utilizzate per i nostri prodotti e le destiniamo all'impianto a biogas della nostra azienda. Così questo gas naturale viene utilizzato di nuovo per la nostra produzione.

Ridurre
2

Ridurre

Nella nostra azienda ci impegniamo continuamente a ridurre le emissioni di CO2 mediante un uso sostenibile delle risorse. Per raggiungere questo risultato adottiamo diverse misure. Così , per esempio, abbiamo anche un nostro impianto di trattamento delle acque reflue che ci aiuta a ridurre il consumo di acqua.

Compensare
3

Compensare

Per le emissioni che non riusciamo a evitare o ridurre ricorriamo alla compensazione, acquistando certificati di emissione di CO2. In questo modo sosteniamo a livello internazionale diversi progetti sviluppati per compensare le emissioni globali di CO2.

Evitare

Per capire dove avremmo potuto evitare di produrre CO2 abbiamo misurato tutte le emissioni di COcausate dal ciclo produttivo della nostra azienda. Prima di tutto abbiamo analizzato l'intero percorso delle nostre patate, ovvero dal campo al trasporto e alla lavorazione, fino alla consegna delle nostre specialità di patate nei banchi frigorifero dei punti vendita.

In seguito abbiamo analizzato anche tutti gli altri settori della nostra attività quotidiana, ad esempio tutti i percorsi dei nostri collaboratori per venire e tornare dal lavoro, i viaggi di servizio, tutto quello che interessa la stampa, i detergenti e refrigeranti, etc. etc.

In tutti questi settori cerchiamo di evitare le emissioni di CO2 già a priori utilizzando per esempio carta da lettere a impatto climatico zero oppure ricorrendo per le nostre patate a sistemi di trasporto neutrali in termini di impatto sul clima.

Ridurre

Tuttavia, nel ciclo produttivo delle nostre specialità di patate si produce comunque CO2. Laddove non possiamo evitare emissioni di gas serra, abbiamo adottato diverse misure che ci aiutano a ridurre le emissioni di CO2.

Nella nostra azienda il ciclo della frittura delle nostre specialità di patate produce molto calore. Grazie al nostro impianto di recupero, con il calore prodotto dalla fase della frittura riusciamo a riscaldare ogni giorno fino a 70.000 l di acqua sanitaria per la nostra produzione. In questo modo possiamo risparmiare combustibili fossili e ridurre le emissioni di CO2 per la produzione dei nostri Rösti croccanti, delle nostre Patate fritte o Crocchette di patate croccanti.

La corrente che utilizziamo deriva prevalentemente da energia idroelettrica perché riteniamo essenziale coprire il nostro fabbisogno di energia elettrica con energie rinnovabili.

Grazie al nostro impianto di trattamento delle acque reflue riusciamo non solo a ridurre il nostro consumo di acqua ma anche a utilizzare di nuovo l'acqua recuperata nella nostra produzione.

Per maggiori informazioni sulla nostra gestione dell'ambiente leggere qui.

Compensare

Evitare e ridurre sono impegni molto importanti ma noi pensiamo di poter fare ancora qualcosa. Perciò compensiamo completamente tutte le emissioni di CO2 del nostro processo di produzione. Questo rende le nostre specialità di patate 11er a impatto climatico zero al 100 %.

 

La compensazione di CO2 funziona così: per il volume di emissioni prodotte, in un altro luogo si realizza un risparmio di CO2 di identica portata. Questa compensazione può avvenire in qualsiasi posto del mondo. Essendo l'atmosfera da salvaguardare unica e una sola, non ha rilevanza il punto del mondo dove si realizza un risparmio di CO2.

 

Così promuoviamo progetti di tutela del clima in posti dove per esempio senza un sostegno sarebbero nate centrali elettriche a carbone che avrebbero prodotto quantità enormi di emissioni di CO2. Con l'acquisto facoltativo di diritti di emissione di CO2 contribuiamo anche a piantare nuovi boschi o a proteggerli dalla deforestazione.

 

L'aspetto più importante della compensazione di CO2 è comunque rappresentato dall'obbligo di "bloccare" i certificati acquistati, vale a dire che i certificati sono ritirati dal mercato così da impedire che siano venduti una seconda volta. Solo in questo modo si possono effettivamente compensare le emissioni di CO2. Finché si tratta soltanto di acquistare e possedere certificati di emissione non si offre un contributo alla compensazione delle emissioni di gas a effetto serra. Per questo noi abbiamo già bloccato al 100 % i nostri certificati di emissione di CO2 per il 2015. Il risultato? Ogni Rösti e ogni singola crocchetta non solo è a impatto climatico zero al 100 % per quanto riguarda la produzione, ma non influisce sul clima nemmeno per il percorso di arrivo sugli scaffali del supermercato.